Organizzazioni, Fondazioni e Campagne ambientaliste in Italia e nel mondo


Tre azioni diverse accomunate dagli stessi scopi: promuovere, sostenere e diffondere buone pratiche, informare il cittadino e l’opinione pubblica tramite strategie concrete di salvaguardia ambientale.

campagne-organizzazioni-ambientaliste

Cosa sono le organizzazioni

L’unione di più persone che perseguono uno scopo, possono essere governative come le Agenzie nazionali, mondiali e della pubblica amministrazione (EPA, EEA ecc…) oppure non governative.
Alcuni esempi per interesse generale, di organizzazioni che si occupano di tematiche ambientali o ambientaliste.

IPCC (Intergovernmental Panel of Climate Change)
Organizzazione che fa parte dell’ONU, strutturata in diversi gruppi, ogni gruppo è composto da scienziati ai quali è affidata la stesura e la pubblicazione di un rapporto; all’interno del rapporto tutte le scoperte scientifiche avvalorate sui cambiamenti climatici, insieme a cause, conseguenze e previsioni, vengono esposte. A chi è rivolto? Ovviamente in primis ai legislatori e politici di ogni nazione, a ricercatori e scienziati, a giornalisti e infine all’opinione pubblica.

SOCIAL GOOD LIFE- www.plasticbank.org
Organizzazione non governativa creata da David Katz, alla cui base vi è un progetto di educazione ambientale e imprenditoriale. Lo scopo di tale progetto è di aiutare popolazioni disagiate creando un business con la raccolta di rifiuti di plastica dalle spiagge, dai mari e dai corsi d’acqua; questi rifiuti diventeranno un prodotto denominato “Social Plastic™” una moneta di scambio, che avrà validità presso la Banca della plastica, il cuore dell’associazione che scambia i rifiuti con denaro.

Cosa sono le fondazioni

Le fondazioni sono enti che controllano e gestiscono un patrimonio destinato al raggiungimento di uno scopo, in maniera diretta o avvalendosi di altri soggetti.
Se per esempio lo scopo della Fondazione è la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali potrebbe decidere di sostenere economicamente progetti di ricerca, di educazione o campagne ambientaliste di vario genere.

FAI (Fondo Ambiente Italiano)
E’ una fondazione privata destinata alla tutela del patrimonio ambientale, artistico e culturale. Promuove numerose iniziative, tra cui la “Giornata del FAI” che permette di visitare gratuitamente numerosi beni nel nostro territorio, e “I luoghi del cuore” il censimento dei luoghi degradati che dovrebbero essere tutelati, e molto altro.

Un ultimo approfondimento lo dedico alle Fondazioni appartenenti a personaggi di spicco e vip, sempre più comuni e rivolte a cause ambientaliste, pubblicità e bisogno di esibirsi? Probabilmente no. Sicuramente un gesto civico e piuttosto mettere a disposizioni i propri canali e il proprio volto per assicurarsi che i progetti finanziati abbiano maggiori opportunità di successo e una maggiore visibilità.
Tra le più “in voga” vi cito la Leonardo Di Caprio Foundation e la IS Foundation di Ian Somerhalder, entrambe promuovono e finanziano numerose iniziative per la salvaguardia delle specie animali in estinzione, degli ecosistemi marini e boschivi; recentemente ha fatto notizia il discorso dell’attore Di Caprio alle Nazioni Unite 😉

Cosa sono le campagne ambientaliste

Sono iniziative organizzate come mezzo di comunicazione sociale per sensibilizzare l’opinione pubblica, possono essere finanziate da una organizzazione e quindi anche da una fondazione.

Puliamo il mondo: una delle campagne di volontariato ambientale più conosciute in Italia organizzata da Legambiente e nasce dalla relativa campagna internazionale “Clean up the world”; attraverso gruppi locali organizza attività di pulizia presso parchi, strade, ma anche spiaggie ed altri ambienti naturali.

Salviamo le api: campagna di Greenpeace, sensibilizzano sul problema legato alla morìa di api che affligge soprattutto l’Europa e il Nord America, presentando poi le possibili soluzioni con la parola agli esperti.

Save the Artic: tra le più attuali e famose campagne ambientaliste di Greenpeace, per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli impatti del consumo di combustibili fossili sul clima e sull’ecosistema globale.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked*